Macchina da Caffè Lavazza: le 5 migliori

Tutti sappiamo quanto sia difficile rinunciare al caffè buono e cremoso come quello del bar. Per questa ragione, sempre più persone decidono di acquistare una macchinetta da caffè automatica in modo da avere, in ogni momento desiderato, un buon espresso senza doversi muovere di casa. Un mercato che fino a qualche anno fa era solo un neonato dell’economia mondiale, adesso impone i suoi numeri e i suoi risultati. Tra le più famose e apprezzate, a livello italiano e mondiale, non può mancare la macchina da caffè Lavazza. 

 

 

Questo marchio, nato nella provincia di Torino nel 1895, ci offre una vasta gamma di caffè in polvere, cialde e macchinette. Vediamo ora quali sono le migliori macchine da caffè Lavazza. 

  

Deséa – Il gioiellino di casa Lavazza 

macchina da Caffè lavazza

 

Il modello Deséa è, per ora, la miglior macchina da caffè Lavazza ad uso domestico. Ha un design molto elegante e un’interfaccia touch.  

Questa macchina, inoltre, è in grado di segnalare che la tua bevanda è pronta tramite delicati avvisi sonori e visivi. 

Grazie all’aiuto di un accessorio (incluso nell’acquisto), Deséa è in grado di montare il latte. Avrete quindi la possibilità di gustare un ottimo cappuccino come al bar. 

 Questa macchina da caffè mette a disposizione 9 opzioni di erogazione tra espresso, cappuccino e latte:  

  • Espresso
  • Espresso lungo
  • Caffè lungo
  • Dose libera

A base di latte: 

  • Cappuccino
  • Cappuccino large
  • Caffè macchiato,
  • Latte montato caldo
  • Latte montato freddo 

Lavazza A Modo Mio, Deséa Black Ink – Macchina per Caffè, Nero
1.290 Recensioni
Lavazza A Modo Mio, Deséa Black Ink – Macchina per Caffè, Nero
  • Interfaccia One Touch: prepara 9 ricette con un solo tocco
Tra le funzioni extra di Deséa troviamo due pulsanti per Boost Temperatura e Schiuma. Grazie a questi due puoi aumentare e diminuire la temperatura e la quantità di schiuma del tuo caffè. 

La macchina da caffè Deséa ha inoltre alcuni sensori molto utili. Verrai avvisato in caso di: decalcificazione richiesta, mancanza acqua, cassetto raccogli capsule pieno o posizionato male. 


 

Macchina del caffè Lavazza Idola 

macchina Caffè lavazza

Molto simile esteticamente alla macchina da caffè DeséaIdola è, anch’essa, una delle migliori in casa Lavazza. 

È molto simile a Deséa anche per quanto riguarda le sue funzioni principali, mancano però gli extra. Idola, infatti, non è in grado di montare bevande al latte. 

Rimangono tuttavia tutte le altre funzioni come le 4 selezioni di caffè, Boost di temperatura, i sensori e le spie. 

Lavazza a Modo Mio Idola Macchina caffè, Touch, 1500 watt, Black Ink
1.315 Recensioni
Lavazza a Modo Mio Idola Macchina caffè, Touch, 1500 watt, Black Ink
  • Interfaccia Touch: display interattivo con riscontro sonoro


 

Macchina del caffè Lavazza Jolie Plus 

 

jolie plus lavazza

Questa macchina del caffè ha un design totalmente italiano: linee morbide e forme armoniose, una sorta di vestito elegante. Il suo design è curato nei minimi dettagli ed è disponibile in 5 colori.  

Jolie Plus ha un doppio pulsante di erogazione il quale ti permette di scegliere se erogare un caffè lungo o corto.  

È dotata di una spia luminosa che indica quando il cassetto raccogli capsula è pieno, è inoltre fornita di un serbatoio dell’acqua dalla capienza di 0,6L. 

Ha una potenza di 1250 watt ma nonostante ciò è molto silenziosa. 

Offerta
Lavazza A Modo Mio Macchina Caffè Jolie Plus, Gun Metal Grey
660 Recensioni
Lavazza A Modo Mio Macchina Caffè Jolie Plus, Gun Metal Grey
  • Doppio pulsante di erogazione (2 selezioni caffè)


 

Lavazza a Modo Mio, Macchina per Caffè Jolie  

 

macchina da Caffè lavazza

Sorella di Jolie Plus, anche Jolie si contraddistingue dagli altri modelli per il design e le finiture cromate, le dimensioni piccole.  

Le differenze rispetto a Jolie Plus sono minime, la più importante è l’assenza del doppio pulsante per l’erogazione. 

Questa macchinetta da caffè infatti è dotata di pulsante Stop&Go e sarai tu a dover decidere ogni volta la quantità di espresso da erogare.  

 
Come per Jolie Plus, il design ha linee morbide e il suo essere compatta la rendono l’elettrodomestico perfetto per gli spazi piccoli.   

Il poggia-tazza è removibile per dare la possibilità di preparare sia l’espresso che il caffè lungo. Con un serbatoio per l’acqua da 0,6 l di capienza e una potenza di 1250 watt, vassoio anti-goccia removibile e spegnimento automatico dopo 9 minuti di inattività. 


   

Lavazza a Modo Mio Tiny  

macchina Caffè lavazza

Anche lei con un aspetto moderno, tra le macchine Lavazza è la piccola di casa e difatti la più economica.  

Tiny non ha funzioni particolari ed è una macchina da caffè molto semplice.  

Anch’essa dotata di pulsante Stop&Go per decidere la lunghezza del caffè. A differenza degli altri modelli, non è dotata di serbatoio per le capsule usate e dovrete quindi rimuovere la vecchia capsula prima di poter erogare un nuovo caffè. 

Lavazza a Modo Mio Tiny Macchina caffè, 1450 W, 0.75 Litri, Bianco
1.347 Recensioni
Lavazza a Modo Mio Tiny Macchina caffè, 1450 W, 0.75 Litri, Bianco
  • Pulsante stop&go: per scegliere ogni volta la quantità di espresso desiderata
 
Semplice da utilizzare, è sufficiente inserire la capsula nell’apposito cassettino e premere il pulsante per avere un espresso perfetto secondo il proprio gusto personale.   

Un aspetto giovanile e le piccole dimensioni sono i suoi punti di forza, oltre alla semplicità di utilizzo e il suo motore d 1475 watt che garantisce una certa potenza.   


   

La storia della macchina da caffè  

La sua invenzione nella forma moderna in cui la conosciamo è dovuta a Angelo Moriondo, anche se della sua invenzione e del brevetto beneficiò Achille Gaggia, banconiere del bar di famiglia, che lo acquistò dalla vedova al momento della sua prematura morte.  

Gaggia implementò il prodotto con altri brevetti che la portarono alla produzione industriale e alla distribuzione di massa.   

L’esplosione di questo tipo di mercato si ebbe però nel dopoguerra grazie a Giuseppe Bezzera, che ne produsse un modello molto simile nel funzionamento a quelli che noi conosciamo oggi.   

Come detto in precedenza sono diversi i modelli che si trovano in commercio, tutti caratterizzati dalla presenza di una caldaia che ha il compito di scaldare l’acqua con cui il caffè verrà erogato.   

Alcune marche hanno dato il via a produzioni molto affini alle macchine da caffè dei bar, con serbatoio per il caffè in grani che viene macinato al momento.   

I modelli con maggior mercato sono invece quelli a capsule o cialde, le seconde per natura biodegradabili, per una scelta che fa bene all’ambiente. Le capsule in genere sono in plastica rivestita di alluminio, anche se si stanno facendo strada alcuni modelli compostabili e quindi smaltibili nell’organico. 

In genere chi preferisce le capsule alle cialde è perché a fronte di un prezzo unitario di poco più alto ottengono un caffè di maggiore qualità. 

storia Caffè lavazza

 

Lavazza: innovazione continua e crescita costante  

Per padroneggiare il mercato ciò che bisogna fare è sapersi adattare alle sue esigenze. Lavazza nasce nel 1895 quando Luigi Lavazza apre la prima drogheria a Torino. Studiò a fondo la pianta del caffè, le origini e le caratteristiche dei diversi tipi, tanto da dar vita a miscele che andavano incontro ai gusti delle persone di diversa estrazione sociale.  

Uomo curioso e pronto alla sperimentazione non si fece scappare le possibilità che il mercato del caffè gli dava. Grazie a lui Lavazza tutt’oggi è simbolo di sperimentazione e le miscele attuali non sono altro che l’unione di chicchi provenienti da diversi paesi del mondo.   

Dai tempi di quella piccola drogheria ne è stata fatta di strada, tanto che nel 1927 Lavazza diventa SPA, una flotta di automezzi e addetti alle vendite danno l’avvio all’espansione del marchio sul territorio.   

Nel 1947 il caffè non viene più venduto sfuso ma impacchettato e nello stesso anno nasce il primo marchio della ditta, con la A centrale più grande rispetto alle altre lettere. Conseguentemente, nel 1950 ne nasce la produzione sottovuoto che ne permette di mantenere intatta la fragranza e l’aroma.   

Lavazza passa indenne tra gli avvenimenti storici, tra crisi economiche ed innovazioni in tutti i campi. Arriva ad oggi come uno dei marchi di caffè più apprezzati del panorama italiano.  

Ha saputo rinnovarsi e, quando le prime macchine automatiche si sono affacciate sul mercato, lei non si è fatta trovare impreparata. Difatti, con le sue macchine per il caffè a cialde e capsule ha saputo mantenere intatta la sua fetta di mercato. Anzi, l’ha vista crescere e prendersi anche mercati fuori dal territorio nazionale. 

I suoi prodotti sono specchio di una produzione sapiente e che punta alla qualità. 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here